Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
ita
Area login
Immagine principale di Sergio Castellitto: da comparsa a grande regista

Sergio Castellitto: da comparsa a grande regista

Giovedì 21 Gennaio 2016 10:49

Attore, regista e sceneggiatore, Castellitto è una delle figure artistiche più importanti del panorama culturale italiano. Grazie alla sua ecletticità, spazia tra diversi generi narrativi. L’ultimo: lo psychodrama “In treatment 2”, sul canale Sky Atlantic.

dalla Redazione

Sergio Castellitto (classe 1953) debutta nel mondo del cinema, nel 1981 come semplice comparsa. Dopo diverse apparizioni secondarie, finalmente, nel 1982, diviene protagonista del film, del regista Felice Farina, “Sembra morto… ma è solo svenuto”, per cui partecipa alla scrittura e alla sceneggiatura. Nel 2004, si cala nelle vesti de “Il Commissario Maigret”, una serie di due puntate, sotto la regia di Renato De Maria, in onda su canale 5.

Raggiunge il suo successo nella fiction “Un cane sciolto”, diretta da Giorgio Capitani e replicata da Rai Premium nell’agosto 2015, dove interpreta il ruolo di un giudice.

Nel film “Caterina va in città” di Paolo Virzì, del 2003, è un mediocre e logorroico professore delle scuole medie. Nel 2013, è candidato al premio per migliore attore protagonista nel film di Paolo GenoveseUna famiglia perfetta”, distribuito da Medusa Film, dove rappresenta un uomo di mezza età che, nonostante la fortuna e il denaro, si ritrova tremendamente solo, e decide di ricorrere ad una troupe di attore per fingere di avere quella famiglia perfetta che tanto desiderava. Si tratta di un remake del film spagnolo “Familia”, diretto, nel 1996, da Fernando Leon de Aranoa.

Nel 2010, Castellitto compie il salto: è regista e protagonista del film “La bellezza del somaro”, insieme a Laura Morante, Marco Giallini, Barbara Bobulova, Lola Ponce ed Enzo Jannacci.

La Commedia viene scritta da Castellitto insieme alla moglie Margaret Mazzantini, ed ha per soggetto due genitori (Marcello e Marina), spiazzati dalla matura età del fidanzato della figlia appena adolescente. La pellicola piace per il senso realistico, aderente alle vicissitudini della società odierna, dalla quale nascono inaspettati -ma alla fine ironici ed anche’ giusti’- risvolti della vita. Le riprese iniziano il 5 settembre del 2009, tra Roma e la Toscana.

Nel 2012, continua l’ascesa di Castellitto come regista e sceneggiatore. Il soggetto è scritto da Margaret Mazzantini: il film adotta il nome del medesimo romanzo della scrittrice, “Venuto al mondo”, intravisto in una delle scene del film precedente, nella libreria del casolare di Marcello e Marina. La pellicola appartiene al genere drammatico, perché racconta la travagliata storia di Gemma che, scoprendo di essere sterile, decide di ricorrere alla maternità surrogata, attraverso una ragazza bosniaca. I piani temporali della storia si intrecciano: quello attuale (2009), quello dell’amore con il fotografo Diego (1984), quello dei primi anni della guerra nei Balcani (1992).

Le riprese hanno luogo nel settembre 2011, tra Roma, Torino, Sarajevo e Curzola, per una produzione internazionale Italia- Spagna, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Pico Media, Alien produzioni, Medusa film, Telecinco e Mod Producciones). Nel 2014, viene trasmesso, in versione estesa, sul canale Sky Atlantic, per un insieme di 5 episodi a tema: Amore, Maternità, Guerra, Separazione e Pace.

E’ protagonista della serie “In treatment”, in onda sul canale Sky Cinema 1, dal 1 aprile al 17 Maggio 2013. Interpreta Giovanni Mari, uno psicoterapeuta che lavora dal lunedì al giovedì, per diventare lui stesso paziente nella giornata del venerdì. La sua seduta viene svolta, grazie all'aiuto dell’amica e psicoterapeuta Anna (Licia Maglietta), per affrontare i turbamenti derivanti dalla propria situazione familiare.

La serie riscontra un notevole successo, tanto che si decide di produrne una seconda stagione, andata in onda, dal 23 novembre 2015 all' 8 gennaio 2016, sul canale Sky Atlantic e, in replica, su Sky Cinema Cult. La regia è stata affidata, per entrambi i capitoli, alla sapienza di Saverio Costanzo.

La storia è tratta ed adattata dal format americano dell’emittente televisiva HBO, a sua volta ispirato all’originale serie “Be Tulip”, dell’ideatore, produttore, regista e sceneggiatore israeliano Hagai Levi. Prodotta, in Italia, dalla collaborazione tra Sky Cinema, Wildside e La7.

Foto

Video