Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
ita
Area login
Immagine principale di L'impegno di Sceridan nell’emergenza Covid-19

L'impegno di Sceridan nell’emergenza Covid-19

Sabato 28 Marzo 2020 15:24

In una situazione difficile e senza precedenti come quella attuale continuiamo a stare a fianco e sostenere la nostra industria dell'audiovisivo nazionale

Cari amici di Sceridan,

Spero che tutti voi stiate bene, da alcune settimane stiamo resistendo in modalità Lockdown a questa pandemia da COVID-19 che al momento pare non rallentare. Con il blocco obbligatorio della vita sociale, professionale ed artistica, che nessuno di noi aveva sperimentato prima ci sta mettendo a dura prova, ma credo che "anche questo passerà" e torneremo quanto prima ad una vita normale, spero anche migliore.

Non ci dobbiamo arrenderci, è il momento di accelerare collettivamente i nostri sforzi per vedere il settore dell’audiovisivo e dell’intrattenimento riaffermarsi come volano di innovazione e posti di lavoro.

Purtroppo, con le sale cinematografiche, i teatri chiusi e il fermo dei set di produzione, molte aziende del settore rischiano di non ripartire, e lo spettro dei licenziamenti nei prossimi mesi potrebbe concretizzarsi. L'industria e le principali sigle sindacali dell’audiovisivo stanno esortando il governo ad adottare delle misure straordinarie di salvataggio affinché artisti, lavoratori ed imprese, possano resistere e superare questa situazione di emergenza senza precedenti.

Il Decreto “Cura Italia” del 16 marzo è partito con 600 euro una tantum per i lavoratori autonomi dello spettacolo, la cassa integrazione di 9 settimane per i dipendenti, i voucher per biglietti degli spettacoli, oltre agli interventi fiscali; e ad aprile, con il prolungarsi della pandemia e del lockdown, è probabile che saranno varati nuovi provvedimenti migliorativi.

Personalmente vorrei darvi un aggiornamento sul nostro impegno cominciato 5 anni fa quando ci siamo decisi a sviluppare Sceridan; nonostante il momento difficile, non abbiamo smesso di sognare un'industria dell’audiovisivo vivace e robusta ed attrattiva, perché tale lo era prima del coronavirus e tale lo tornerà ad essere quando potremo ricominciare una vota normale. Nel frattempo, noi proseguiremo ad aggiornare le schede delle fiction in programmazione e degli artisti e professionalità coinvolte nelle produzioni.

Grazie per essere stati con noi in tutti questi anni e aver creduto in Sceridan.

Luigi Ricci

Foto