Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Continua
ita
Area login
Immagine principale di 'I figli del destino', Liliana Segre e quei bambini che lasciarono la scuola per le leggi razziali

'I figli del destino', Liliana Segre e quei bambini che lasciarono la scuola per le leggi razziali

Martedì 22 Gennaio 2019 16:28

In onda il 23 gennaio su RaiUno il film che racconta la storia di quattro bambini ebrei che vennero perseguitati tra ricostruzione storica e documentario

Scheda Figli del destino - Cast & Crew completo

In occasione della Giornata della Memoria una docufiction per non dimenticare. Le storie di quattro bambini italiani ebrei, vittime dell’orrore e della vergogna delle leggi razziali, si intrecciano con le emozionanti interviste dei quattro protagonisti, oggi. Con Massimo Poggio, Patrizio Rispo, Chiara Bono, Giulia Roberto, Catello Alfonso Di Vuolo, Lorenzo Ciamei e con Massimiliano Gallo e la partecipazione di Valentina Lodovini, per la regia di Francesco Miccichè e Marco Spagnoli. Una produzione Red Film con Rai Fiction in onda in prima visione mercoledì 23 gennaio alle 21.25 su Rai1.

“Figli del Destino” racconta la vicenda delle Leggi Razziali applicate in Italia dal regime fascista tra il 1938 e il 1945. A ottant’anni dalla loro firma, l’evento viene ricostruito attraverso il punto di vista inedito di quattro piccoli protagonisti ebrei che, in tenera età, furono vittime di questo sconvolgimento epocale. Raccontando le loro drammatiche storie attraversiamo l’Italia da Nord a Sud: un paese mortificato, impoverito, devastato, dolorante per le ferite inferte dalla guerra; un paese dove, con la firma della scellerata legislazione antisemita, i bambini ebrei furono costretti a non andare più a scuola, a nascondersi, a fuggire. Bambini improvvisamente discriminati dai loro compagni, obbligati a sentirsi diversi. Fra di loro la Senatrice Liliana Segre (a Milano), Tullio Foà (a Napoli), Lia Levi (a Roma), Guido Cava (a Pisa), tutti vittime della follia nazifascista. La docufiction è realizzata attraverso scene di finzione – accuratamente ricostruite a partire dalle testimonianze dei personaggi reali - e materiali di repertorio forniti dal CDEC (Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea), dall’Istituto Luce - Cinecittà, da Rai Teche e dall’United States Holocaust Memorial Museum. La voce narrante di Neri Marcorè è il filo conduttore attraverso il quale si snodano gli eventi più significativi che hanno portato l’Italia dentro una vergognosa pagina di storia.

Foto